giovedì 25.04.2019
caricamento meteo
Sections

Analisi accessibilità web Enti locali

Perché l’accessibilità

Accessibilità significa in primo luogo garantire fruibilità delle informazioni e dei servizi anche a chi è diversamente abile. Tuttavia un sito accessibile è inevitabilmente un sito più fruibile, più chiaro e comprensibile per tutti. Dunque lavorare sull’accessibilità, in questo senso, significa anche migliorare l’usabilità e la qualità complessiva di un sito e di un servizio, ripensandone i contenuti a partire dagli utenti finali.


La Legge n.4 del 2004

La conformità ai requisiti tecnici della Legge n.4 del 2004 è un obbligo la cui inosservanza  comporta responsabilità dirigenziale e responsabilità disciplinare, oltre alle eventuali responsabilità penali e civili previste dalle norme vigenti, obbligo che riguarda non solo le pubbliche amministrazioni, ma anche gli enti pubblici economici, le aziende private concessionarie di servizi pubblici, le aziende municipalizzate regionali, gli enti di assistenza e di riabilitazione pubblici, le aziende di trasporto e di telecomunicazione a prevalente partecipazione di capitale pubblico e le aziende appaltatrici di servizi informatici (art. 3).


Accessibilità in Regione: la collaborazione con SpAcER

La Regione Emilia-Romagna lavora sull’accessibilità da diverso tempo e si è data delle Linee guida per realizzare siti ed applicazioni web accessibili .
Tuttavia la grande varietà di contenuti, di specifiche hardware e software e di disabilità  rende possibile, anche in presenza di una forte attenzione sul tema, la presenza di contenuti parzialmente inaccessibili.

Su questo fronte ha lavorato SpAcER, lo Sportello Accessibilità Web, che ha svolto funzioni di ascolto verso tutti i cittadini che incontravano problemi sui siti web o sui servizi on-line delle pubbliche amministrazioni della regione. SpAcER svolgeva anche  un ruolo di sensibilizzazione e promozione verso le pubbliche amministrazioni per migliorare la qualità di ciò che viene messo on-line sui siti web. Per questo motivo è nata la collaborazione con  il Portale Autonomie che tutte le settimane, nella sua newsletter, dedicava un apposito spazio ai siti web delle pubbliche amministrazioni, segnalando le novità e i servizi più interessanti.

Il servizio di consulenza per gli enti locali

Gli enti locali della regione che desiderassero un’analisi più approfondita dei profili di accessibilità del loro sito potranno rivolgersi ad Autonomie. Le analisi di accessibilità, esattamente come quella svolta per il portale Autonomie, sono state pubblicate sia sul portale che sulla newsletter settimanale. Nello stesso modo è stato dato anche conto del percorso eventualmente intrapreso dagli enti a seguito delle indicazioni offerte, perchè fosse fonte di ispirazione per altre amministrazioni regionali.

Accanto alle analisi effettuate per gli enti locali, sono state pubblicate in questa pagine tutte le analisi di accessibilità, anche relative a siti di pubbliche amministrazioni non emiliano-romagnole o facenti capo a privati .

Per maggiori informazioni scrivete una email a: webmaster@regione.emilia-romagna.it eventualmente indicando le pagine web che intendete sottoporre a verifica.

  • Spiegazione dei requisiti

 

Esiti delle analisi del 2011

Valli del Cimone e dell'Appennino (maggio 2011)


Arpa Balneazione


Provincia di Ferrara (gennaio 2011)

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/07/2011 — ultima modifica 08/04/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it