giovedì 25.04.2019
caricamento meteo
Sections

Fusioni di Comuni

Nuove norme di promozione dei percorsi associativi dei Comuni: ambiti ottimali, unioni, fusioni e incorporazioni

Approvata dall'Assemblea legislativa la legge regionale n.15 del 29 luglio 2016

La nuova legge è finalizzata a favorire i percorsi di fusione e di unione dei Comuni dell'Emilia-Romagna.

 Le disposizioni in essa contenute modificano e integrano le leggi regionali 24/96 (Norme in materia di riordino territoriale e di sostegno alle unioni e alle fusioni di Comuni) e 21/2012 (Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza).

 Vengono dettate disposizioni relative allo svolgimento dei referendum consultivi regionali propedeutici alle fusioni e alla valutazione degli esiti degli stessi ; a quest'ultimo proposito vengono introdotti nuovi criteri che tengono conto del voto espresso sia dalla maggioranza degli  elettori dei singoli comuni che della maggioranza degli elettori complessiva.

 Viene disciplinata la fusione per incorporazione e prevista la garanzia per le amministrazioni locali di non perdere i finanziamenti disponibili se la fusione avviene nell’ambito di grandi Unioni di Comuni insieme alla possibilità di ridefinire, anche per l’anno 2016, gli ambiti territoriali ottimali .

Infine, a presidio dei processi di fusione e dei processi associativi nel territorio regionale, sono istituiti, rispettivamente, l'Osservatorio regionale delle fusioni (già esistente  e che qui viene confermato) e l'Osservatorio regionale delle Unioni.

 

 

 

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/08/2016 — ultima modifica 04/08/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it