domenica 23.04.2017
caricamento meteo
Sections

Partecipazione

Ok al programma 2017: entro fine marzo bando da 320 mila euro

In arrivo entro fine marzo il bando che metterà a disposizione 320 mila euro di contributi regionali per la realizzazione di percorsi partecipativi in Emilia-Romagna. È quanto stabilisce il Programma delle iniziative di partecipazione per il 2017 approvato a maggioranza dall’Assemblea legislativa (favorevoli Pd, Si; astenuti Lega nord, M5s, Fi, Fdi) nel corso dell’annuale Sessione di partecipazione prevista dalla legge regionale in materia (L.r. 3/2010). Approvati anche due emendamenti al testo, a firma rispettivamente di Silvia Piccinini e Raffaella Sensoli (M5s) che allargano le tematiche su cui possono essere presentati i progetti anche alla pianificazione sanitaria e alla realizzazione nei comuni delle microaree per l’inclusione di Rom e Sinti.

“Anche quest’anno– ha riferito il relatore del provvedimento Yuri Torri (Sinistra italiana)– gli ambiti cui dovranno fare riferimento i progetti sono ambiente e sviluppo sostenibile, welfare e coesione sociale, assetti istituzionali. Al bando per la concessione dei contributi, che uscirà con oltre due mesi di anticipo rispetto all’anno scorso, potranno partecipare enti locali, enti pubblici o soggetti privati (purché al percorso partecipativo aderisca anche un ente pubblico cui spetta la decisione sulla materia oggetto del percorso stesso). Punteggi premianti saranno attribuiti a Unioni di Comuni, Comuni nati da una fusione o con una popolazione inferiore ai 5.000 abitanti. Da notare l’aumento delle risorse rispetto all’anno precedente”.

Per approfondimenti vedi il Comunicato Stampa Assemblea

Nei prossimi mesi– ha quindi ricordato Torri- la legge sulla partecipazione affronterà un percorso di revisione, previsto dalla stessa norma, a partire dai dati raccolti nella relazione sulla clausola valutativa che ha analizzato quanto è stato fatto nei primi cinque/sei anni dalla sua approvazione. “Possiamo certamente esprimere un giudizio positivo– ha detto il consigliere- in termini di aumento dei progetti proposti e finanziati da risorse che sono progressivamente aumentate dal 2012 ad oggi. Il percorso di revisione si avvarrà anche della consultazione dei soggetti coinvolti, da cui emerge la necessità di una maggiore informazione sulla legge per favorire l’accesso agli strumenti previsti. Altro aspetto che verrà considerato sarà quello di fornire un sostegno alla formazione per chi si occupa di partecipazione negli enti locali. Occorrerà– ha concluso Torri- tenere conto di tutte le sollecitazioni pervenute”.

Dal 2012 al 2016 i progetti che hanno ricevuto il contributo regionale sono in tutto 93, per un totale di 1.441.000 euro. Quasi 24.000 i cittadini direttamente coinvolti. I progetti candidati al contributo sono stati in tutto 386 e tra questi circa il 90% ha ricevuto il bollino del tecnico di garanzia (345 progetti). Tra i progetti di partecipazione promossi direttamente dalla Regione quelli sul web attraverso la piattaforma per l’e-democracy  Io partecipo+,  dove dal 2013, anno della messa on line, ne sono stati realizzati in tutto 25.

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/03/2017 — ultima modifica 23/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it