sabato 20.04.2019
caricamento meteo
Sections

Reggio Emilia, i servizi sono sempre più on line

Da circa un anno, il Comune di Reggio Emilia ed altri enti e società di servizi pubblici della città garantiscono l’accedere a numerosi servizi on line grazie ad un sistema che permette ai cittadini di essere identificati utilizzando sempre le stesse credenziali di accesso (username e password). Ciò è possibile in virtù dell’adesione del Comune di Reggio Emilia al progetto Federa, promosso dalla Regione Emilia-Romagna con lo scopo di assegnare ad ogni cittadino una identità digitale unificata, valida su tutto il territorio e presso tutti gli enti, per semplificare il rapporto con le amministrazioni e le aziende che forniscono servizi pubblici.

L’anagrafe digitale del Comune di Reggio Emilia e le autocertificazioni on line

Accedendo al sito istituzionale dell’ente, dopo essere autenticati, è possibile ottenere certificati anagrafici (di cittadinanza, residenza, stato civile, stato di famiglia, etc.) con piena validità legale e quindi utilizzabili a tutti gli effetti di legge. La validità dei documenti è garantita dalla presenza del timbro digitale, un codice a barre che viene impresso sul documento cartaceo al momento della stampa e che permette l’identificazione dei dati in esso contenuti.

Oltre a fornire i servizi di anagrafe digitale, il Comune permette inoltre di utilizzare il web per le autocertificazioni, anche in considerazione delle nuove disposizioni di legge che impediscono alle pubbliche amministrazioni e ai gestori privati di servizi pubblici di chiedere ai cittadini certificati rilasciati da altre pubbliche amministrazioni. Gli enti devono ora acquisire d’ufficio queste informazioni o chiedere ai cittadini di autocertificarle, e il Comune di Reggio Emilia permette di farlo in materia di stato civile, cittadinanza, situazione reddituale, codice fiscale, nascita di un figlio, decesso di un parente, e fedina penale pulita.

Gli altri servizi comunali on line

Sempre tra i servizi comunali figurano quelli bibliotecari, quale ad esempio il rinnovo dei prestiti, e l’accesso alla Media Library on line, un portale che permette di consultare gratuitamente oltre 50mila contenuti digitali tra cui e-book, video, film, foto, documentari e quotidiani nazionali e internazionali. Gli utenti possono anche controllare i prestiti in corso e visionare lo storico di quelli ricevuti negli anni scorsi.

Per quanto riguarda le imprese e i professionisti, il nuovo sistema di identificazione digitale garantisce l’accesso allo Sportello unico delle attività produttive on line per spedire documenti, inoltrare istanze e segnalare l’inizio di attività.

Il Comune permette anche di consultare on line le pratiche edilizie e il censimento dei passi carrai, iscriversi ai nidi e alle scuole d’infanzia, nonché utilizzare le credenziali di accesso unificate per navigare gratuitamente sulla rete wi-fi cittadina e ricevere le newsletter tematiche dell’ente. Entro breve, informa l’ente, sarà possibile anche pagare le multe e le sanzioni on line.

I servizi digitali offerti dagli altri enti ed aziende

Utilizzando sempre le stesse username e password, i cittadini reggiani possono anche fruire di alcuni servizi dell’azienda di trasporti Act, tra cui la segnalazione delle variazioni dei permessi ztl permanenti (cambio di targa o residenza) e, chiedere di un permesso giornaliero per il transito in zona a traffico limitato. Attraverso il sito www.reggioparcheggi.it è possibile inoltre abbonarsi alla sosta nei parcheggi cittadini o modificare i dati di iscrizione.

Le credenziali unificate potranno essere utilizzate anche per accedere allo sportello on-line del Gruppo Iren al fine di visualizzare e gestire le informazioni dei propri contratti dei servizi energetici, idrici e ambientali forniti dall’azienda. Tra le altre cose, gli utenti potranno visualizzare e pagare le fatture, attivare i RID continuativi, verificare le condizioni contrattuali e l’andamento dei consumi, comunicare la lettura dei contatori e modificare il recapito delle fatture, oltre che rinunciare alla ricezione cartacea delle stesse.

La registrazione per l’accesso ai servizi on line

Per accedere ai nuovi servizi digitali offerti dal Comune di Reggio Emilia e dagli altri enti ed aziende, il primo passaggio consiste nella definizione della propria identità digitale, scegliendo tra due diversi tipi di registrazione, di tipo forte o debole.

Per i servizi anagrafici, bibliotecari, di navigazione in wi-fi, di sportello per le imprese e relativi alla mobilità (Reggioparcheggi e ACT-ZTL), è necessario effettuare una registrazione forte, che dopo una prima richiesta on line comporta l’accertamento dell’identità dell’utente allo sportello, o mediante l’invio della copia dei propri documenti di identità via fax o posta elettronica certificata.

Per accedere invece ai servizi on line di ricerca delle pratiche edilizie, iscrizione ai nidi e alle scuole d’infanzia, ricezione delle newsletter comunali, verifica della Carta giovani, e per quelli forniti dai Iren, è sufficiente la registrazione debole, che può essere effettuata e conclusa interamente on line.

Per quanto riguarda questa seconda tipologia, nell’ambito del sistema Federa gli utenti dei servizi bibliotecari e del sistema wi-fi, così come il personale del Comune e dell’Ausl di Reggio, e ancora i dipendenti e gli studenti dell’Università locale sono già utenti registrati, e possono pertanto usufruire di tutti i servizi on line senza la necessità di effettuare ulteriori iscrizioni.

Il bilancio del primo anno e le iniziative di comunicazione e formazione

A un anno dall’avvio in modalità sperimentale del sistema di identità digitale unificata, e in concomitanza con la messa a regime dei servizi on line, il Comune di Reggio Emilia ha formulato un primo bilancio, rendendo noto tra le altre cose che dalla scorsa estate ad oggi le richieste di certificati allo sportello sono diminuite del 15%. Questo ha permesso di risparmiare soldi pubblici, destinando parte del personale prima impegnata in queste attività ad altre mansioni, oltre che per effetto della riduzione dei consumi di carta. A ciò si aggiunge il fatto che chi ha scelto di utilizzare Internet per fruire dei servizi ha evitato code e spostamenti.

Per quanto riguarda le registrazioni, gli iscritti al nuovi sistema di identificazione digitale sono 41.600. Di essi però, la maggior parte sono utenti con registrazione debole, essendo poco meno di 11.000 le persone che hanno scelto di farsi identificare agli sportelli. Anche in considerazione di queste cifre, e con la messa a regime dei servizi, il Comune ha lanciato una campagna di comunicazione sui servizi on line per promuoverne la conoscenza e l’utilizzo presso la cittadinanza. In parallelo, l’ente ha rinnovato il proprio impegno per l’organizzazione di corsi gratuiti di formazione, rivolti a chiunque voglia imparare a utilizzare il computer e Internet per fruire dei servizi digitale. I cittadini interessati a riguardo possono segnalare la propria disponibilità all’ente telefonando al numero 0522 45 66 60, o scrivendo all’indirizzo comune.informa@municipio.re.it.

Notizia tratta da Emilia-Romagna Digitale

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/05/2013 — ultima modifica 28/05/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it