Seguici su

Consultazione antiburocrazia

Parte dal Ministero della PA: fino al 15 marzo per segnalare problemi o proposte per la nuova Agenda semplificazione

Chi vive ogni giorno le complicazioni della burocrazia può contribuire a cambiare la pubblica amministrazione. Per questa ragione è partita una vasta consultazione partecipativa da parte del Ministero per la Pubblica Amministrazione

Questa consultazione raccoglie “storie”, segnalazioni di problemi e proposte di semplificazione, indispensabili per capire quali sono i veri problemi quotidiani di cittadini e imprese e come risolverli.

Sulla base dei risultati della consultazione, dovrebbe partire un “pacchetto” di azioni rapide di semplificazione e, d’intesa con le Regioni e gli Enti Locali, la nuova Agenda per la semplificazione, che indicherà obiettivi, risultati attesi per cittadini e imprese, responsabilità e tempi di realizzazione.

La consultazione, aperta fin da dicembre, è attiva fino al 15 marzo 2020.

I risultati saranno pubblicati in un report che fornirà un quadro di sintesi delle “storie” e delle proposte raccolte e una top ten delle complicazioni segnalate.

  • Chi può partecipare?

Chiunque voglia raccontare una storia di complicazione burocratica e o presentare una proposta può inviare il proprio contributo: cittadini, imprese, operatori delle pubbliche amministrazioni, esperti, professionisti e le loro associazioni.

  • Come si partecipa?

Dopo esserti registrato sulla piattaforma Partecipa, si compila un semplice questionario online: bastano 10 minuti del tuo tempo. Il questionario è organizzato in tre parti:

  1. il problema e la tua proposta. In questa sezione è possibile descrivere il problema o la storia di complicazione e, eventualmente, presentare un’idea o una proposta di semplificazione.
  2. i principali problemi di complicazione burocratica. In questa sezione è possibile segnalare quali sono le problematiche di carattere generale più importanti da affrontare
  3. altre informazioni. In questa sezione sono richieste alcune informazioni generali su chi risponde (occupazione, regione di residenza ecc …), utili a meglio contestualizzare i contributi.

Il questionario è anonimo e i dati saranno trattati in forma aggregata e anonima. Per tutelare la privacy ti raccomandiamo di descrivere il problema di complicazione senza fornire dati personali.

Per eventuali problematiche tecniche, è possibile scrivere a partecipa@governo.it

Il testo completo della notizia nelle pagine del Governo sulla partecipazione e sulla semplificazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/06 15:35:00 GMT+2 ultima modifica 2020-02-06T16:38:21+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?