Seguici su

Polizia locale

Lavorare nella Polizia Locale

In questa sezione si forniscono informazioni utili a quanti sono interessati a conoscere da vicino il lavoro svolto dagli operatori della polizia municipale, i requisiti richiesti per diventare un poliziotto locale e altro.

Se ti interessa lavorare in polizia locale, è bene fare attenzione ad alcuni aspetti preliminari...

Innanzitutto esistono a livello normativo alcuni requisiti formali per entrare nella Polizia Locale:

  • età non inferiore a 18 anni
  • cittadinanza italiana
  • diploma di scuola media superiore
  • requisiti psico/attitudinali (vedi allegato B delibera di Giunta Regionale n. 278/2005)
  • requisiti fisico/funzionali (vedi allegato A delibera di Giunta regionale n. 278/2005)
  • non esclusione dall'elettorato politico attivo
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo
  • godimento dei diritti civili e politici
  • possesso dei requisiti richiesti dalla Legge quadro n. 65 del 7 marzo 1986 art. 125 comma 2, per ottenere la qualifica di Agente di pubblica sicurezza ossia non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo, non essere stato sottoposto a misura di prevenzione e non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito da pubblici uffici
  • non aver riportato condanne penali e non aver procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione
  • non essere stati destituiti, dispensati, decaduti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione a seguito di procedimento disciplinare
  • patente di guida di categoria “B” o superiore in corso di validità (se richiesto dall’Ente che bandisce il posto, anche la patente di categoria “A”)
  • non avere impedimenti al porto e all’uso dell’arma. (Per coloro che sono stati ammessi a prestare servizio sostitutivo civile come “obiettori di coscienza” si veda quanto previsto dall’art. 636 del D.Lgs 66/2010)
  • altri eventuali requisiti richiesti dall’Ente che bandisce il posto.

Al di là dei requisiti formali, occorre chiedersi se si dispongono o si è disposti ad acquisire queste altre caratteristiche:

  • Rispetto dell’uniforme e della gerarchia;
  • usare i poteri attribuiti per tutelare la legalità;
  • essere i primi a rispettare la legge come esempio per la comunità;
  • volontà di intraprendere un ruolo impegnativo e stressante;
  • equilibrio e serietà nelle azioni svolte;
  • dinamicità nel passare da un’attività all’altra, anche molto diverse tra loro;
  • farsi carico dei problemi della comunità ed impegnarsi per risolverli;
  • essere disposti a lavorare anche in condizioni ambientali o sociali difficili;
  • lavorare anche quando gli altri riposano e si divertono (di notte, alla domenica e durante le festività);
  • guadagnare la fiducia ed il rispetto dei cittadini con il lavoro quotidiano;
  • etica, educazione e moralità devono contraddistinguere la vita lavorativa e privata.

Quale carriera ti aspetta? Come funziona il passaggio di grado? In questa scheda (pdf, 166.9 KB) sono elencati i diversi gradi e percorsi di carriera

Ora... Se hai 2 minuti, guarda questo video!

video.jpg

Se hai più tempo, guarda anche questo video!

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/04/18 10:50:00 GMT+1 ultima modifica 2019-09-25T09:31:39+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?