domenica 25.09.2016
caricamento meteo
Sections

Unioni di Comuni

La Regione sostiene la costituzione e il consolidamento delle Unioni di Comuni. L' associazione tra i Comuni ha l'obiettivo del miglioramento della qualità dei servizi.

Cosa fa la Regione

La Regione promuove il miglioramento dei servizi che i Comuni forniscono ai cittadini. Sostiene la costituzione e il consolidamento delle Unioni di Comuni,  che nascono quando i Comuni si associano per esercitare insieme una serie di  funzioni di loro competenza.

Immagine di Copertina - Banner 1

L’obiettivo dei Comuni è migliorare la qualità dei servizi, risparmiare e, al tempo stesso, far avanzare l’innovazione e la semplificazione amministrativa. Attraverso la creazione di Unioni, i Comuni mettono insieme risorse umane, finanziarie e strumentali con le quali riorganizzare e razionalizzare le strutture. Migliora così anche la professionalità e la specializzazione dei dipendenti.

A sostegno di tali  obiettivi  la Regione:

  • Insieme a tutti Comuni,  dall’anno 2013 sta ridisegnando la rete degli ambiti territoriali  per lo svolgimento  associato dei servizi comunali;
  • Sostiene con incentivi finanziari le gestioni associate svolte dalle Unioni ( e per il 2013 ha agevolato la trasformazione in Unioni delle Comunità Montane presenti sul territorio);
  • Fornisce consulenza giuridica agli enti locali e alle loro forme associative.

A chi rivolgersi

Servizio Riordino, Sviluppo istituzionale e territoriale

viale A. Moro 52 - 40127 Bologna

tel. 051.527.5353

fax: 051.527.5764

email certificata: sistautloc@postacert.regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

Norme e atti

Progetti in corso

Pubblicazioni

Link utili

Su questo argomento vedi anche...

  • Riordino Comunità montane 2009 La Regione Emilia Romagna con L.R. 30 giugno 2008, n. 10, recante “Misure per il riordino territoriale, l'autoriforma dell'amministrazione e la razionalizzazione delle funzioni”, ha disciplinato il Riordino delle Comunità montane regionali (in particolare ha adempiuto alle previsioni dell'art. 4) . Il riordino delle Comunità montane era stato oggetto di un intervento normativo statale, con la legge 24 dicembre 2007 n. 244, in particolare l'art. 2, comma 18, lett. a), che imponeva la riduzione del numero complessivo delle Comunità montane. Il processo che ha condotto al riordino delle Comunità montane è indicato nelle schede e materiali inseriti in questa sezione.
Azioni sul documento
Pubblicato il 29/11/2013 — ultima modifica 04/05/2016
Avvisi
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it