Seguici su

Riordino istituzionale e territoriale

Le Politiche di riordino in Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna ha avviato fin dal 1996 il proprio percorso di riordino territoriale e istituzionale, che ha visto il susseguirsi di rilevanti passaggi legislativi e un’intensa attività amministrativa, accompagnati da un ampio coinvolgimento e da una costante attività di concertazione con gli enti locali.  

Vengono qui presentati  i principali ambiti di intervento legislativo e amministrativo quali tappe della intensa azione riformatrice che continua a vedere la Regione impegnata per il completamento e rafforzamento del proprio sistema di governance territoriale, per dare sempre più centralità alle Unioni di comuni, all’organizzazione sovra-locale delle funzioni fondamentali ed al rafforzamento delle relazioni fra istituzioni quale risposta alla scala di area vasta dei problemi legati all’eccessiva frammentarietà delle azioni  

Le tappe principali, enucleate nella linea temporale, hanno toccato via via diversi ambiti istituzionali, dalle prime associazioni intercomunali, alla revisione e poi scioglimento delle comunità montane, il profondo processo di riordino del biennio 2013-2014, le fusioni dei comuni, realizzate a partire dal 2014, il riordino delle Province. 

Approfondimenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/04 15:28:00 GMT+1 ultima modifica 2021-03-05T12:23:32+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?