mercoledì 27.07.2016
caricamento meteo
Sections

Polizia locale

Polizia locale

La polizia locale è il principale regolatore della vita di tutti i giorni nello spazio pubblico delle città. Regola il traffico e contrasta i comportamenti di guida rischiosi, tutela i consumatori e garantisce il rispetto delle regole del commercio, tutela l'ambiente, controlla lo sviluppo edilizio e contrasta l'abusivismo, presidia, e prevalentemente a piedi, lo spazio pubblico per garantire sicurezza nelle città e nel territorio. L'obiettivo della Regione Emilia-Romagna è quello di costruire un vero e proprio sistema regionale di polizia locale: un sistema incardinato sugli enti locali, ma omogeneo su tutto il territorio regionale.

Cosa fa la Regione

Nel 1999 la Legge Regionale del 21 aprile, n.3 "Riforma del sistema regionale e locale", ridisegna la polizia locale della nostra regione alla luce delle grandi riforme (leggi Bassanini in primis), anticipatrici della imminente riforma costituzionale.

Il vero cambiamento arriva nel 2001: la riforma del titolo V della Costituzione. Alla Regione viene attribuito dal legislatore costituzionale il potere legislativo in materia di polizia amministrativa locale, che esercita dal 2003 con la Legge Regionale del 4 dicembre, n.24/2003 "Disciplina della polizia amministrativa locale e promozione di un sistema integrato di sicurezza", attuando altresì il coordinamento delle Polizie Municipali e Provinciali attraverso l'Area polizia locale del Gabinetto del Presidente della Giunta regionale.

Il sistema di coordinamento regionale delle Polizie Locali si fonda su tre capisaldi:

  1. la riorganizzazione strutturale dei corpi e dei servizi di polizia locale;
  2. lo stretto raccordo tra la Giunta Regionale ed il sistema delle Autonomie Locali nel governo del sistema;
  3. un efficace impianto di contribuzione e cofinanziamento dello sviluppo e qualificazione dei Corpi e servizi di Polizia Locale.

Oggi le polizie locali possono contare su di un solido sistema di riferimento, omogeneo su tutto il territorio, attuato dalla Giunta Regionale che ha definito:

  • standard essenziali e standard raccomandati di servizio delle strutture di polizia locale;
  • criteri e sistemi di selezione per l'accesso al ruolo di agente ed ufficiale di polizia locale;
  • le caratteristiche della prima formazione e dell'aggiornamento professionale, anche attraverso le attività della Scuola Interregionale di Polizia Locale
  • modalità di utilizzo del volontariato da parte delle polizie locali;
  • definizione di modelli di uniformi, fregi e segni distintivi della polizia locale unici in tutto il territorio regionale;
  • individuazione, con il sistema della Autonomie Locali, di un regolamento base di polizia municipale ad uso di tutti gli enti locali del territorio regionale.

A chi rivolgersi

Gabinetto del Presidente della Giunta regionale - Area Polizia Locale

Viale Aldo Moro 52 (11° piano) – 40127 Bologna

e-mail: capodigabinetto@regione.emilia-romagna.it

Posta Elettronica Certificata (PEC): capodigabinetto@postacert.regione.emilia-romagna.it

Personale

Gianluca Albertazzi, responsabile area polizia locale
e-mail: galbertazzi@regione.emilia-romagna.it

Samanta Arsani, progetti e tecnologie
Tel.: +39 051 5273356
e-mail: sarsani@regione.emilia-romagna.it

Alberto Sola, progetti e tecnologie
Tel.: +39 051 5273302
e-mail: asola@regione.emilia-romagna.it

Susy Marcheggiani, area amministrazione
Tel.: +39 051 5273525
e-mail: smarcheggiani@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/02/2014 — ultima modifica 14/06/2016
Avvisi
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it