Seguici su

Fusioni di Comuni

Fusioni di comuni

Cosa fa la regione

Nel complessivo programma di riordino territoriale da tempo in atto in Emilia Romagna, la promozione e il sostegno ai processi di fusione di Comuni sono posti come obiettivi strategici da perseguire. L’impegno assunto dalla Giunta regionale è stato quello di ridurre il numero dei Comuni esistenti nella convinzione che tali processi, oltre ad essere efficaci strumenti di governance del territorio, siano anche una opportunità preziosa per gli stessi Comuni.

In considerazione di ciò, la Regione ha inteso garantire una costante attività di affiancamento e sostegno ai Comuni per l’avvio dei percorsi di fusione, anche sotto il profilo della comunicazione e partecipazione, per la predisposizione dei relativi progetti di legge e per l’intero iter legislativo regionale dalla presentazione dell’istanza, passando per le necessarie consultazioni referendarie e sino ad arrivare all’approvazione della legge regionale di fusione e alle prime attività necessarie per l’avvio dei nuovi enti.

Osservatorio delle fusioni

Osservatorio fusioni logoL’Osservatorio regionale delle fusioni è posto a presidio dei processi di fusione.

Istituito con l’obiettivo di monitore gli effetti di tali processi e di valutarne il concreto impatto prodotto sui cittadini, sugli enti pubblici e sulle imprese, favorisce inoltre lo scambio e la diffusione di esperienze e di buone pratiche sia tra i Comuni già fusi sia tra quanti intendano intraprendere tale percorso.

Previsto dall’art.14 bis della LR 24/96, l’Osservatorio fusioni è composto da funzionari della Regione e dei Comuni ma sono ammessi a partecipare alle sedute ed ai lavori di tale organismo anche tecnici ed esperti di enti terzi in ragione delle materie trattate e delle specifiche competenze richieste.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/11/11 16:43:29 GMT+1 ultima modifica 2021-11-11T16:43:29+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?