Seguici su

Unioni di Comuni

La Regione promuove il miglioramento dei servizi che i Comuni forniscono ai cittadini. Sostiene la costituzione e il consolidamento delle Unioni di Comuni, che nascono quando i Comuni si associano per esercitare insieme una serie di funzioni di loro competenza. L’obiettivo dei Comuni è migliorare la qualità dei servizi, risparmiare e, al tempo stesso, far avanzare l’innovazione e la semplificazione amministrativa. Attraverso la creazione di Unioni, i Comuni mettono insieme risorse umane, finanziarie e strumentali con le quali riorganizzare e razionalizzare le strutture.

Monitoraggio delle Unioni dei comuni

Questa sezione è dedicata al monitoraggio delle Unioni di comuni e del Programma di Riordino territoriale

Report sul Programma di Riordino territoriale

La situazione delle Unioni in Emilia-Romagna

Rapporti sul conferimento delle funzioni alle Unioni di comuni in Emilia-Romagna

I rapporti illustrano la situazione del conferimento delle funzioni oggetto del finanziamento regionale sul Programma di Riordino Territoriale (PRT) alle Unioni di Comuni  negli anni di riferimento nonché il confronto con gli anni precedenti 

Monitoraggio Unioni 2016

Il Programma di riordino territoriale 2016 prevedeva, quale presupposto per l'accesso alla quota di risorse destinata a premiare l'effettività economica delle Unioni, l'obbligo di adesione alla fase sperimentale di compilazione di questionari inseriti su apposita Piattaforma on line (con accesso dei referenti delle Unioni tramite apposite credenziali). 

La documentazione relativa alla sperimentazione, presentata nella riunione del 7 aprile 2016 di Anci Emilia-Romagna, Regione e Unioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/11/08 09:40:00 GMT+1 ultima modifica 2021-07-08T09:58:20+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?